CPS e SPOT

Ultima modifica 3 agosto 2021

Tutte le strutture turistiche ricettive (alberghiere – extralberghiere - strutture agrituristiche) comprese attività turistiche ricettive ad uso pubblico gestite in regime di concessione e gli stabilimenti balneari sono sottoposti agli adempimenti previsti dalla L.R. 49/2017 in materia di Rilevazione dei dati sui flussi turistici (SPOT) e Comunicazione dei Prezzi e Servizi (CPS)

CPS: vanno comunicati esclusivamente per via telematica attraverso il DMS (Destination Management System) accessibile previa registrazione via web con SPID di livello 2. La comunicazione dei prezzi deve essere presentata all’Agenzia regionale del turismo Pugliapromozione entro il 1 ottobre di ogni anno ed ha validità dal 1 gennaio al 31 dicembre dell’anno successivo. La mancata o incompleta denuncia dei prezzi nei termini previsti comporta la conferma dei prezzi dichiarati nell’ultima comunicazione regolarmente convalidata, fatta salava, in ogni caso, l’applicazione delle norme sanzionatorie per omessa denuncia.

Di seguito è possibile scaricare l  MODELLI CPS

SPOT: I titolari delle strutture ricettive di qualsiasi tipologia e classificazione, inclusi i B&B sono tenuti ad inviare inderogabilmente entro il giorno 10 di ogni mese (L.R. 52/2019) attraverso il Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico accessibile dalla propria area riservata nel DMS la movimentazione relativa ai giorni del mese precedente.  Anche in questo caso la mancata o parziale o difforme trasmissione dei dati sui flussi è soggetta a sanzioni amministrative .

Si ricorda che con la L.R. 57/2018 è stato creato il Registro Regionale delle strutture ricettive non alberghiere, un elenco costantemente aggiornato tra cui sono compresi anche gli alloggi o le porzioni di alloggi dati in locazione per finalità turistiche che attribuisce ad ogni struttura un “Codice identificativo” nell’ottica di migliorare la conoscenza dell’offerta turistica regionale. Tale codice (CIS) di tipo alfanumerico, identifica univocamente la struttura all’interno del territorio regionale e viene attribuito automaticamente dai servizi digitali del DMS, restando associato alla stessa per tutta la durata dell’attività.

Con decorrenza dal 1 luglio 2020 è obbligatorio indicare e pubblicare il CIS per ogni singola unità ricettiva pubblicizzata con scritti, stampati o supporti digitali e con qualsiasi altro mezzo all’uopo utilizzato (Deliberazione della Giunta Regionale n.767/2020). Tale obbligo è da intendersi esteso anche al portale Pegaso Stay Tourist fornito dal Comune di Nardò e relativo alla gestione dell'imposta di soggiorno. Tutti i soggetti che non ottemperano a tale obbligo sono sottoposti a sanzione amministrativa così come indicato nella Legge Regionale n.57/2018.