Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+
pensa pug logo400    Logo Emoundergrounds1

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

UN LIBRO SUL NODO TRA DISABILITÀ E INCLUSIONE SOCIALE

COMUNICATO STAMPA Giovedì 24 giugno 2021

UN LIBRO SUL NODO TRA DISABILITÀ E INCLUSIONE SOCIALE

Il testo di Annatonia Margiotta sarà presentato domani (ore 18:30) al Giardino botanico

Il libro Disabilità e inclusione sociale: una sfida comune. Racconto di una madre (Edizioni dal Sud, 2021) sarà presentato domani, venerdì 25 giugno, alle ore 18:30, presso il Giardino botanico del castello (villa comunale). Si tratta di un evento patrocinato dal Comune di Nardò.

Interverranno il sindaco Pippi Mellone e il consigliere comunale con delega allo Sport Antonio Tondo. Il giornalista Lorenzo Falangone dialogherà con l’autrice Annatonia Margiotta. Sono previste le letture di Caterina De Benedetto, Mary Negro, Gabriele Polimeno ("Ventinovenove" soc. coop. impresa sociale ETS). Si parlerà delle dinamiche legate alle famiglie con persone con disabilità e dell’utilità dello sport come strumento di integrazione e inclusione, approfondendo i progetti passati e futuri del Comune di Nardò su questo fronte.

Il libro affronta le problematiche connesse alla disabilità secondo l’approccio della pedagogia speciale e sociale, i cui compiti sono quelli di stimolare e favorire la formazione globale della personalità e promuovere la piena inclusione dei soggetti con bisogni educativi speciali, dalla nascita sino all’età adulta. Nella prospettiva di una migliore qualità della vita per il disabile, il testo aiuta a focalizzare l’attenzione su aspetti come pregiudizio e burocrazia che possono costituire un ostacolo alla piena inclusione, aggravando una condizione di svantaggio preesistente. L’autrice, nel duplice ruolo di pedagogista e madre di un ragazzo disabile, parla della sua esperienza familiare, del lungo e faticoso percorso di elaborazione emotiva intrapreso, della carenza dei servizi sociosanitari che le famiglie devono subire a partire dal momento in cui scoprono la disabilità, di un sistema di welfare ancora distante dai bisogni reali dell’individuo, e ne promuove il cambiamento, proponendo un modello che si fonda su un approccio sistemico e integrato come il community care. Un testo caratterizzato da un linguaggio chiaro, arricchito da riferimenti teorici, metodologici e numerosi dettagli che sono preziose indicazioni per le professioni sociali e sanitarie. Uno strumento che per i suoi contenuti assume valenza formativa, da inserire nella “cassetta degli attrezzi” degli operatori della scuola, degli operatori della relazione educativa e di cura e dei policy maker, affinché possano conoscere le potenzialità della disabilità e programmare interventi e servizi di assistenza continuativa che non emarginino in maniera definitiva chi già si trova in una situazione di difficoltà.

Annatonia Margiotta è pedagogista, mediatrice familiare e pratictioner in PNL Bioetica, ha conseguito il Master di II livello “Pedagogia della Salute. Approccio sistemico” presso l’Università del Salento. Ha fondato diverse associazioni di volontariato, una delle quali per la tutela dei diritti delle persone disabili. Funzionaria della Regione Puglia, ha curato la redazione della Legge Regionale n. 14 del 28 marzo 2019, “Testo Unico in materia di legalità, regolarità amministrativa e sicurezza”. Ha pubblicato vari testi sui temi della pedagogia, dell’inserimento socio-lavorativo di adulti e minori presi in carico dal servizio sociale, delle misure alternative alla detenzione e dei progetti di recupero esistenziale.

                                                                                                                Ufficio stampa