Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

LE 101 STORIE DELLA VITA DA PENDOLARE DI ANNATONIA MARGIOTTA

COMUNICATO STAMPA Giovedì 25 ottobre 2018

LE 101 STORIE DELLA VITA DA PENDOLARE DI ANNATONIA MARGIOTTA

Al Museo della Città e del Territorio la presentazione del libro Frammenti di vita pendolare

Il Museo della Città e del Territorio, ospitato nel castello Acquaviva d’Aragona, ospiterà domani, venerdì 26 ottobre, alle ore 18:30, la presentazione di Frammenti di vita pendolare, un libro di Annatonia Margiotta, edito da I libri di Icaro. Dialogherà con l’autrice il giornalista Lorenzo Falangone.

Con le sue 101 storie ambientate sulla linea ferroviaria tra Lecce e Bari, Tonia racconta la vita di un pendolare italiano con le sue difficoltà e le sue fatiche, ma anche con una certa capacità di adattamento alle situazioni che alla fine arricchisce. Questo libro, che è a tutti gli effetti un blog cartaceo, descrive i personaggi, coi loro tic, le loro immagini, i loro comportamenti, i loro volti, tanto veri quanto stereotipati, che si possono incontrare provando la routine giornaliera su una delle innumerevoli tratte ferroviarie utilizzate dai pendolari. Allo stesso tempo è la rappresentazione, descritta con un modo e uno stile narrativo secco, talvolta ironico, sempre efficace, della situazione del trasporto pubblico locale in Italia (ritardi, scioperi del personale, treni sporchi e scomodi, ecc.). Più di otto anni di crisi economica e di scelte conseguenti nella gestione dei bilanci e dei servizi pubblici ispirati all’unica ricetta dell’austerità, hanno “unito” il Paese nella qualità del trasporto pubblico locale. Purtroppo l’hanno unito verso il basso.

Annatonia Margiotta è laureata in Scienze dell’Educazione e ha poi conseguito Master in Mediazione familiare, Management dei sistemi integrati a rete di welfare locale, Pedagogia della Salute. Da anni si occupa di tematiche sociali con particolare attenzione alla disabilità, al disagio giovanile, alla microcriminalità e ad attività di socializzazione per gli anziani. Ha fondato diverse associazioni di volontariato e per alcuni anni è stata facilitatore in un gruppo di auto-mutuo-aiuto per l’elaborazione del lutto. È funzionaria della Regione Puglia, dove si occupa di legalità e beni confiscati alla criminalità organizzata.

                                                                                            Ufficio stampa