Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

MUSEO DELLA PREISTORIA, UN’ESTATE ALL’INSEGNA DELLA SCOPERTA

COMUNICATO STAMPA Giovedì 20 giugno 2018

MUSEO DELLA PREISTORIA, UN’ESTATE ALL’INSEGNA DELLA SCOPERTA

Laboratori, visite in bici e in barca, giochi, proiezioni cinematografiche sino a settembre

Paesaggi, cultura e scoperte tra il centro storico neretino e il parco di Portoselvaggio. È ricco di questo e di altro il calendario estivo del Museo della Preistoria di Nardò, che ha deciso di guidare curiosi e appassionati, famiglie e ragazzi, in un “viaggio” nel Distretto Paleolitico di Nardò per scoprire l'emozione della storia di questo territorio dalle prime frequentazioni di gruppi neandertaliani alle più antiche attestazioni europee di Homo sapiens, fino alla bellezza delle facciate e dei monumenti del centro storico. Un programma che è stato strutturato dal Museo in collaborazione con Andrea Vitale, Andrea Costantini, Giovanni De Cupertinis e con Avanguardie.

Si inizia oggi con i Paesaggi del Neanderthal, un laboratorio archeologico nel parco di Portoselvaggio per riconoscere le tracce dei cambiamenti ambientali e dell’organizzazione dei cacciatori-raccoglitori del Paleolitico. Il laboratorio ludico si svolgerà sul promontorio di Torre dell’Alto, nelle cui vicinanze si aprono tre grotte frequentate dal Neanderthal. Il ritrovo è alle ore 17 in località Torre dell’Alto (lungomare Cantù a Santa Caterina), il costo della partecipazione è di 10 euro. Lunedì 25 giugno toccherà a Geostorie, un laboratorio di geologia nel parco a cura di Andrea Vitale, per conoscere come si sono formate le rocce e trasformati gli ambienti a Portoselvaggio. Un laboratorio itinerante di scienze naturali per scoprire come gli eventi hanno contribuito a trasformare il paesaggio. Il ritrovo è alle ore 17 presso la masseria Torre Nova, il costo della partecipazione è di 10 euro.

Lunedì 2 luglio è in programma Gli strumenti degli uomini del Paleolitico a Portoselvaggio, un laboratorio di litica all’interno del Museo della Preistoria con il quale costruire insieme agli archeologi armi da caccia e strumenti della quotidianità dei Neanderthal e dei sapiens. Un modo per “diventare” uomini del Paleolitico e imparare gesti di tradizioni dimenticate. L’appuntamento è alle ore 17, il costo della partecipazione è di 10 euro. Lunedì 9 luglio è in programma I paesaggi del primo Sapiens d’Europa, un laboratorio archeologico nel parco con il quale ricostruire insieme cultura, ambienti e tecnologie dei primi sapiens vissuti sul continente euroasiatico. Il laboratorio si svolge nel Parco Naturale Regionale di Portoselvaggio e Palude del Capitano, località Baia di Uluzzo, in prossimità delle grotte paleolitiche frequentate dal Neanderthal, dal primo Homo sapiens e dagli ultimi cacciatori-raccoglitori del Paleolitico neretino. Il ritrovo è alle ore 17 nei pressi del bar “Fico d’India”, il costo della partecipazione è di 10 euro. Lunedì 16 luglio è il turno di Colorare il Paleolitico, un laboratorio di arte preistorica nel parco per capire cosa ha portato l’uomo a disegnare e a incidere i suoi pensieri su pareti rocciose, ciottoli, ossa. Con gli occhi di un uomo del Paleolitico di Portoselvaggio sarà possibile sperimentare le tecniche artistiche più antiche immaginando riti, tradizioni, emozioni e colori di migliaia di anni fa. Il ritrovo è alle ore 17 in località Torre dell’Alto (lungomare Cantù a Santa Caterina), il costo della partecipazione è di 10 euro. Lunedì 30 luglio ci sarà invece Alla scoperta degli animali di grotta, un laboratorio di biospeleologia nel parco (a cura di Avanguardie). Una occasione per scoprire quali creature vivono nelle grotte, ambienti straordinari e misteriosi. Il ritrovo è alle ore 17 presso la masseria Torre Nova, il costo della partecipazione è di 10 euro.

Lunedì 6 agosto il programma propone Disegnare Portoselvaggio, un laboratorio archeologico nel parco con il quale osservare insieme agli archeologi le tracce e le strutture del passato ancora oggi visibili e disegnare lo scorrere del tempo e la successione degli ambienti dalla spiaggia formatasi circa 125 mila anni fa ai resti del muro di fortificazione dell'Età del Bronzo, alla costruzione di Torre dell’Alto. Il ritrovo è alle ore 17 in località Torre dell’Alto (lungomare Cantù a Santa Caterina), il costo della partecipazione è di 10 euro.

Lunedì 3 settembre ci sarà Animali preistorici di Portoselvaggio, un laboratorio paleontologico all’interno del Museo per conoscere a quali specie appartengono le ossa fossilizzate rinvenute negli scavi archeologici e in quale ambiente vivevano e come mai si trovano in siti frequentati dall’uomo. L’appuntamento è alle ore 17, il costo della partecipazione è di 10 euro. Sabato 8 settembre è in programma Hunter Game, un gioco di strategia nel parco attraverso il quale immedesimarsi nei componenti di un gruppo preistorico per trovare la strategia vincente per il controllo del territorio e la gestione delle risorse utilizzando abilità diverse. Alle ore 9 giocheranno i ragazzi dagli 8 ai 15 anni, alle ore 17 quelli dai 12 ai 15. Il ritrovo è alla masseria Torre Nova, il costo della partecipazione è di 10 euro.

Su richiesta, raggiungendo un numero minimo di sei partecipanti, è possibile organizzare i laboratori anche in date diverse da quelle previste. Per la partecipazione ai laboratori è consigliata la prenotazione telefonando al numero 349 6799790.

Altre iniziative previste sono quelle di domenica 22 luglio e domenica 19 agosto, quando ci sarà Nardò on bike, laboratorio a cura di Giovanni De Cupertinis con il quale, dopo la visita al Museo, sarà possibile inoltrarsi nel centro storico di Nardò in bici alla scoperta dei monumenti e dei chiostri della città (il Museo mette a disposizione 17 biciclette e non dispone di biciclette per bambini). Il ritrovo sarà alle ore 17 presso il Museo e il costo della partecipazione è di 15 euro.

Il 26 luglio, il 2 e 9 agosto il calendario offre Documentario Human, tre serate di “cinema all’aperto” nel chiostro dell’ex convento di Sant’Antonio di Padova per riflettere su ciò che ci rende diversi e su ciò che al contempo ci rende simili e, essenzialmente, umani. L’appuntamento è alle ore 20:30, l’ingresso è libero.

Tutti i martedì e i giovedì dell’estate 2018 ci sarà Sull’onda della scoperta, un laboratorio in collaborazione con Costa del Sud Diving Center con il quale ripercorrere l’emozionante viaggio in barca che agli inizi degli anni Sessanta portò il prof. Arturo Palma di Cesnola e il prof. Edoardo Borzatti Von Lowenstern alla scoperta delle numerose grotte frequentate dal Neanderthal prima e dal sapiens poi. Circondati dalle limpide acque dello Ionio sarà possibile osservare il paesaggio e i suoi cambiamenti da un punto di vista del tutto nuovo. Il ritrovo sarà alle ore 9 alla darsena di Santa Caterina, il costo della partecipazione è di 25 euro.

Il Museo della Preistoria, ogni primo sabato del mese (quindi 7 luglio, 4 agosto e 1 settembre) resterà aperto fino alle ore 24. Biglietto ridotto per tutti a partire dalle ore 20. Mercoledì 15 agosto il Museo resterà aperto e seguirà i consueti orari.

Il programma completo è disponibile sul sito www.museodellapreistoria.com.

                                                                                                  Ufficio stampa