Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

cartellone2018

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

IL CAMPO SCUOLA ALL’OASI TABOR DAL 25 GIUGNO AL 20 LUGLIO

COMUNICATO STAMPA

Lunedì 4 giugno 2018

IL CAMPO SCUOLA ALL’OASI TABOR DAL 25 GIUGNO AL 20 LUGLIO

Iniziativa per i bambini dai 4 ai 13 anni (con Isee fino a 5 mila euro). Da oggi le domande

Il campo scuola estivo quest’anno si farà all’Oasi Tabor. Da oggi è possibile presentare la domanda di partecipazione all’iniziativa, che è riservata ai bambini di età compresa tra i 4 e i 13 anni, appartenenti a nuclei familiari con Isee pari o inferiore a 5 mila euro. La domanda è disponibile sul sito web del Comune di Nardò al link https://goo.gl/b8jfoc. Ogni altra informazione è disponibile al link https://goo.gl/2mt3T5. Le domande, accuratamente compilate, vanno presentate entro il 15 giugno agli uffici del settore Servizi Sociali (sede di via Falcone e Borsellino, ex tribunale). L’amministrazione comunale, sulla base delle richieste pervenute, stilerà una graduatoria a beneficio di 55 bambini (massimo due per nucleo familiare), che potranno partecipare gratuitamente al campo scuola.

Il campo è in programma dal 25 giugno al 20 luglio all’Oasi Tabor (località Cenate, strada Santa Caterina, 177), ogni mattina dalle ore 7:30 alle 14 oltre a due pomeriggi settimanali nei quali sono in programma laboratori, gite al mare, escursioni nel parco di Portoselvaggio e visite guidate alla rete museale della città. Ai bambini sarà offerta anche l’opportunità di frequentare corsi di inglese e di teatro.

“Come sempre, l’obiettivo - spiega l’assessore alle Politiche Sociali Maria Grazia Sodero - è quello di offrire a bambini e famiglie che non possono permetterselo la possibilità di un’esperienza diversa, che possa essere ricca di stimoli, divertente e utile dal punto di vista della crescita e delle relazioni sociali. L’estate, la stagione delle attività all’aria aperta, è l’occasione giusta per una esperienza di questo tipo. Da parte dell’amministrazione comunale c’è l’esigenza di guardare sempre con estrema attenzione alle situazioni di bisogno di particolari fasce sociali della nostra città”.

                                                                                    Ufficio stampa