Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

SI CHIUDE IL PROGETTO SCOLASTICO BUONA VITA 2.0, INNO ALLA VITA E ALLA BELLEZZA

COMUNICATO STAMPA Mercoledì 30 maggio 2018

SI CHIUDE IL PROGETTO SCOLASTICO BUONA VITA 2.0, INNO ALLA VITA E ALLA BELLEZZA

Domani la giornata conclusiva con incontri, esibizioni musicali e iniziative artistiche

Si chiude domani il progetto in rete interscolastica Buona Vita 2.0, che quest’anno ha preso il nome Ami-Amo la Vita, Bellezza! e che è stato promosso dall’istituto comprensivo n. 3 “Pantaleo Ingusci”, capofila della rete interscolastica comprendente anche gli istituti “Galilei”, “Vanoni” e “Moccia”. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’assessorato all’Istruzione guidato da Maria Grazia Sodero e con il consigliere Gianluca Fedele. Senza dubbio un’esperienza molto positiva per le scuole neretine che hanno condiviso un intervento didattico di lunga durata, coordinato dai docenti Arturo Cioni e Maria Rosaria Settimo. Lo scopo che il progetto insegue da qualche anno è quello di far apprezzare alle nuove generazioni la bellezza di essere liberi da qualsiasi costrizione esplicita ed implicita e di promuovere ed indurre in loro la capacità di saper apprezzare la bellezza nella natura, nell’arte e nell’uomo. Insomma, aspirare al bello, all’autentico, alla verità, dovrebbe divenire il sogno di ogni ragazzo.

Ci sono stati una serie di incontri con numerosi magistrati sul tema della legalità e delle “cose da non fare” per vivere felici e godere delle bellezze che ci offre la vita. Ci sono stati anche incontri con architetti ed esperti d’arte e con le operatrici del consultorio “Regina Familiae”. La popolazione scolastica, insomma, è stata spinta a riflettere su come riuscire ad essere “libero da - libero per - liberi di”, il claim che accompagna questo progetto. È stata molto preziosa la collaborazione dei dirigenti e dei docenti degli istituti scolastici e della curia vescovile.

La giornata conclusiva è in programma, come detto, domani, giovedì 31 maggio. Alle 9 in piazza Salandra ci sarà una estemporanea di pittura e scultura a cura di studenti e docenti del “Vanoni” e la presentazione dei prodotti artistici realizzati dagli studenti del “Moccia”. Alle 10 è prevista la presentazione del progetto in “Tour con Renata”, cioè un tour delle masserie e delle marine aperto a tutti. Sempre in mattinata ci saranno le visite guidate nel centro storico, l’angolo per gli interventi dei ragazzi e nella Sala Roma uno spazio espositivo a cure delle Scuole in Rete. Nel pomeriggio alle ore 16:30 una tavola rotonda nella Sala Roma sui temi del progetto con l’intervento, tra gli altri, di Francesco Mandoi, procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia. Alle 19 in piazza Salandra l’esibizione di danza e gli interventi musicali curati dagli studenti.

                                                                           Ufficio stampa