Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

TASCHE DEI NERETINI PIÙ “PESANTI”, IL RISPARMIO È DI OLTRE 2 MILIONI E 600 MILA EURO

COMUNICATO STAMPA Mercoledì 2 maggio 2018

TASCHE DEI NERETINI PIÙ “PESANTI”, IL RISPARMIO È DI OLTRE 2 MILIONI E 600 MILA EURO

L’assessore Lupo fa i conti: lampade votive, Tari e strisce blu incidono meno

Alla vigilia dell’approvazione del Bilancio consuntivo 2017 l’assessore alle Finanze e Tributi Gianpiero Lupo sottolinea uno dei dati più significativi di questi primi due anni di gestione economico-finanziaria dell’ente da parte dell’amministrazione Mellone, cioè il sensibile alleggerimento degli “oneri” a carico dei neretini.

“In fase di approvazione del consuntivo 2017 - dice - e anche dopo vicende contabili e giudiziarie che i protagonisti hanno interpretato in malafede, “nutrendo” l’opinione pubblica di notizie e dati piuttosto fuorvianti, è utile ricordare ai neretini cosa questa amministrazione sta facendo sul fronte tributario o più in generale dell’alleggerimento della spesa a loro carico. I cittadini di Nardò sono già certi di risparmiare oltre 2 milioni e 600 mila euro in una proiezione estesa ai cinque anni di mandato. Cioè 330 mila euro in meno di costi per l’illuminazione votiva, grazie al nuovo canone annuo di 13 euro (quasi il 50% in meno del precedente), 1 milione e 470 mila euro in meno di Tari, grazie alla riduzione del 10% delle ultime due annualità, 164 mila euro di costi annuali per la sosta tariffata (sono 820 mila euro su cinque anni), secondo gli introiti che il Comune registrava negli anni precedenti all’abolizione delle strisce blu. Il totale è 2 milioni 620 mila euro che i neretini risparmieranno grazie a questa amministrazione e che non comporteranno alcuna riduzione nell’offerta di opere e servizi. Visto che sull’illuminazione votiva si è proceduto a un cambio di gestione che ha lo scopo di cancellare carenze e inadempimenti del precedente concessionario, così come certificati dal giudice amministrativo (e che ha implicato peraltro una revisione del canone); sulla Tari è stato fatto un lavoro molto complesso di razionalizzazione e ottimizzazione del piano finanziario di Bianco Igiene Ambientale; l’abolizione delle strisce blu in città, imposte senza alcun criterio funzionale, ma solo per fare cassa, rientra in una strategia complessiva di modifica della viabilità cittadina, che dovrà comprendere necessariamente la costruenda rete ciclabile; l’amministrazione, nonostante i minori introiti, ha avviato o avvierà a breve i cantieri per la realizzazione della nuova scuola di via Marzano, del campo in zona Penta e del parco dell’Incoronata, per l’adeguamento del palazzetto, per il rifacimento di decine di arterie stradali cittadine e per decine di altre cose già fatte o per le quali sono state individuate le risorse.

Fa bene ogni tanto - conclude Gianpiero Lupo - ricordare come stanno effettivamente le cose in questa città e fornire ai cittadini letture reali e veritiere della realtà”.  

                                                                                                         Ufficio stampa