Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

GLI APPUNTAMENTI PER LA FESTA DELLA LIBERAZIONE

COMUNICATO STAMPA Lunedì 23 aprile 2018

GLI APPUNTAMENTI PER LA FESTA DELLA LIBERAZIONE

Le deposizioni delle corone d’alloro a partire dalle 10. Poi il riconoscimento ad Antonio Adamo

Anche a Nardò si celebra mercoledì 25 aprile l’anniversario della liberazione d’Italia, in ricordo della lotta di resistenza militare e politica delle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale e giornata simbolo per la storia del nostro Paese. La cerimonia organizzata dall’amministrazione comunale prevede alle ore 10 il ritrovo in piazza Cesare Battisti e alle 10:15 la deposizione di una corona d’alloro sul monumento per i caduti della Guardia di Finanza. Alle 10:30 in piazza Umberto I la deposizione di una corona presso il monumento ai caduti e infine alle 10:45 la deposizione di una corona in piazza Salandra. Interverranno il sindaco Pippi Mellone e il presidente del Consiglio comunale Andrea Giuranna. Sono stati invitati tutti i consiglieri comunali e gli ex sindaci e presidenti del Consiglio della città.

Durante la cerimonia in piazza Salandra, peraltro, il Comune di Nardò conferirà un riconoscimento al primo luogotenente Antonio Adamo, neretino, in servizio presso la Brigata Marina San Marco, a cui di recente il presidente della Repubblica ha conferito la prestigiosa Medaglia Mauriziana, onorificenza conferita agli appartenenti alle forze armate al compimento dei 50 anni di carriera militare.

“Spero vivamente - dice il presidente del Consiglio Andrea Giuranna - che la cerimonia di mercoledì sia condivisa da tutti, nel rispetto dello spirito del 25 aprile e delle istituzioni cittadine. Non a caso abbiamo voluto invitare formalmente gli ex sindaci e gli ex presidenti del Consiglio, che hanno rappresentato negli anni il Comune di Nardò, slegando così la Liberazione da appartenenze e confini politici”.

                                                                                            Ufficio stampa