Questo sito utilizza i cookie che consentono di erogare servizi agli utenti. Continuando la navigazione si acconsente all'uso dei cookie.

A- A A+
pensa pug logo400     Carta Acquisti 2020

Valuta il servizio: faccinasiPositivo     faccinasoSufficiente     faccinanooNegativo

Museo della Memoria di Santa Maria al Bagno e centro storico di Nardò sempre più meta privilegiata di visite studentesche

IMG 2291 studenti in visita gita a Nardo marzo 2016Città di Nardò - Ufficio Stampa:
Comunicato stampa del 16 marzo 2016

Ancora una conferma per il grande fascino e le capacità attrattive di Nardò con il suo centro storico ed i suoi contenitori culturali

Nei giorni scorsi l'Istituto Tecnico "Vilfredo Pareto" di Pozzuoli ha raggiunto la nostra Città per visitare il Museo della Memoria di Santa Maria al Bagno e il centro storico di Nardò

Ancora una volta il Museo della Memoria di Santa Maria al Bagno ed il borgo antico di Nardò risultano mete privilegiate di visite   turistiche   e culturali anche da parte di studenti e professori provenienti fa fuori Regione.

Nei giorni scorsi l'Istituto Tecnico "Vilfredo Pareto" di Pozzuoli ha raggiunto la nostra Città per visitare il Museo della Memoria di Santa Maria al Bagno e il centro storico di Nardò.

I musei e i beni culturali di Nardò si confermano ancora una volta tra i principali "nodi attrattori" della nostra città. Negli ultimi mesi, infatti, sono stati centinaia gli studenti, soprattutto provenienti da fuori provincia e fuori regione, che hanno visitato il Museo della Memoria e dell'Accoglienza e l'Acquario del Salento.

Nella prima decade di marzo è stata la volta dei professori e degli studenti dell'ITG "Vilfredo Pareto" (per Geometri, Ragionieri e Grafici) di Pozzuoli, che dopo aver visitato il Museo della Memoria e dell'Accoglienza, hanno voluto conoscere il centro storico di Nardò, così come suggerito loro dal tour operator di Caserta a cui si sono rivolti per organizzare il viaggio d'istruzione.

I visitatori hanno dimostrato grande interesse per il nostro Museo ed hanno molto apprezzato i beni culturali della nostra città, in particolare il barocco di Piazza Salandra e gli inestimabili beni della Basilica Cattedrale, nella quale gli amici campani si sono un po’ sentiti a casa, per la presenza di numerose, pregevoli opere artistiche di chiara matrice napoletana. 

Gli ospiti, accompagnati dal personale dell'ufficio URP del Comune, sono stati accolti dall'assessore alla Cultura Mino Natalizio, al quale hanno espresso ringraziamenti e indirizzato segni di stima per la calorosa e accoglienza durante il soggiorno neritino.